Sistema RFID

La razionalità automatica che sfrutta segnali a radiofrequenza per leggere i dati contenuti in dispositivi chiamati tag RFId e, in alcuni casi, anche per scrivere nuovi dati su tali dispositivi. Le dimensioni di un tag RFId possono essere così contenute da permetterne l’applicazione su moltissimi oggetti diversi. La capacità di memoria dei tag va attualmente dai pochi bit necessari per mantenere un semplice codice identificativo fino a diversi kilobit, utilizzabili per esempio per memorizzare il corrispondente digitale del libretto di manutenzione dell’oggetto su cui il tag è applicato.

In termini generali, un sistema RFId è costituito da tre componenti: dei tag, con funzioni di transponder e che contengono i dati di identificazione, un’antenna, che emette segnali radio e riceve la risposta dai tag, e un lettore (reader), che controlla il funzionamento dell’antenna e in particolare decodifica i segnali ricevuti dai tag e li legge come dati. Attraverso il lettore, il sistema RFId è tipicamente collegato a una rete di calcolatori, allo scopo di integrare i dati acquisiti dal campo nel sistema informativo dell’organizzazione. 

I nostri sistemi integrati hanno trovato applicazione:

  • - biblioteche, nella gestione del check-in/out del libro, interfacciandosi con un gestionale che traccia gli utenti che lo hanno utilizzato;
  • ospedali, per tracciare, monitorare, prevenire i furti ed avere il costante inventario di tutti gli elettro-apparati medicali;
  • alberghi, per la gestione del check-in/out della camera e della sua razionalizzazione e controllo dell'efficacia e dell'efficienza;
  • impianti sportivi; ad esempi per gli skipass, delle piscine pubbliche/private e/o delle palestre;
  • varchi accessi, ad esempio la gestione dei tornelli di uno stadio;
  • parcheggi, come ad esempio il telepass in autostrada, che al suo arrivo alla barriera, fa azionare l'apertura della sbarra;
  • - ecc.
 
Per maggiori informazioni contattaci

Contattaci