Pubblica Illuminazione

Un comune di 30.000 abitanti dell'Italia settentrionale aveva l’esigenza di ammodernare la rete di illuminazione pubblica ormai obsoleta e non più a norma. L’obiettivo era installare nuovi corpi illuminanti insieme a un sistema evoluto di telecontrollo che gli permettesse di risparmiare energia e gestire al meglio gli interventi di manutenzione.

Le necessità per un’amministrazione proprietaria di impianti di illuminazione pubblica è:

  • - mantenere in efficienza gli impianti con il minor costo;
  • - garantire la sicurezza per gli utenti ed il personale addetto alla manutenzione ordinaria e straordinaria, attraverso la verifica periodica di tutti gli impianti di terra e delle apparecchiature per la protezione dai contatti indiretti, e la verifica del funzionamento degli impianti e dei singoli centri luminosi;
  • - controllare, verificare e approvare tutti gli interventi per l’adeguamento alla normativa tecnica (Norme CEI) e alla legislazione nazionale e regionale e l’ampliamento e la realizzazione di nuovi impianti da soggetti privati (Piani particolareggiati).

Sono stati installati 5.053 moduli hiperlink per il telecontrollo del punto luce e moduli telecontrollo quadro su 46 quadri elettrici. Abbiamo inoltre installato due telecamere IP, una stazione meteo e un pannello informativo tutto senza la necessità di nuovi cablaggi, sfruttando la possibilità che i moduli hiperlink e la tecnologia a onde convogliate offrono, di alimentare gli impianti anche durante il giorno senza bisogno di accendere le luci e di trasformare la rete di illuminazione in una LAN estesa. Le telecamere sono state installate per monitorare la sicurezza nell’area vicino alla stazione ferroviaria e sono gestite dal servizio di manutenzione del Comune in collaborazione con la Polizia Locale. La stazione meteo serve per prevedere eventuali disagi alla circolazione stradale, dovuti alle condizioni atmosferiche e il display informativo sarà utilizzato proprio per segnalare possibili situazioni di emergenza (es: strada ghiacciata).

I risultati ottenuti sono stati notevoli. Dal punto di vista qualitativo, il nostro sistema ha permesso di ottimizzare gli interventi di manutenzione grazie alla segnalazione immediata del guasto e al controllo costante dello stato degli impianti, di eliminare i reclami dei cittadini, di programmare a piacimento l’on/off degli impianti e la regolazione del flusso luminoso di ogni punto luce in base alle esigenze della città. Altro vantaggio offerto dal sistema è dato dalla possibilità di gestire gli impianti da remoto attraverso una semplice connessione internet. Mettendo in rete il server è possibile controllare la rete di illuminazione attraverso il software di supervisione visualizzabile da un comune browser internet. Inoltre l’utilizzo della rete di alimentazione come nuova rete di comunicazione permette di aggiungere servizi per i cittadini (sicurezza, pannelli informativi, stazioni meteo), evitando costosi e fastidiosi cablaggi altrimenti necessari.  L’obiettivo finale è stato quello di utilizzare la rete di illuminazione pubblica come una infrastruttura intelligente che possa comunicare costantemente informazioni alla città. Quantitativamente abbiamo fatto risparmiare, al Comune, il 40% dei consumi energetici, dato raccolto sugli impianti installati da più di un anno.